L'educazione fisica delle fanciulle online dating

Perché c'è un drammatico declino dell'attività fisica durante l'adolescenza?

Come possiamo arginare le tendenze al declino dei livelli di attività fisica?

Un modo più efficace per progettare sessioni di pratica, potrebbe essere quello di consentire ai giovani una quantità specifica di volte per mettere in pratica le competenze, senza dare loro un numero specifico di ripetizioni che dovrebbero raggiungere.

Inoltre, la durata di queste sessioni di pratica deve essere sufficientemente lunga, affinché i ragazzi abbiano la possibilità di diventare esperti nell'abilità allenata, ma abbastanza breve per mantenere la concentrazione e l'entusiasmo verso i compiti praticati.

Un tale punto di vista motivazionale focalizza la questione su possibili strategie di intervento che possono essere attuate da genitori, insegnanti, allenatori, e gruppi di amici, che svolgono un ruolo attivo nella vita dei giovani a casa, nel quartiere, a scuola e nei contesti sportivi.

Mantenere i ragazzi motivati a partecipare ad attività fisiche può portare risultati a livello di salute. Weiss (2000) adotta un atteggiamento motivazionale per identificare i fattori che predicono fortemente l'attività fisica nei giovani.

Uno dei motivi principali dei giovani per partecipare all'attività fisica e sportiva è il puro divertimento che provano mentre si muovono e interagiscono con i loro coetanei.

La volontà di provare nuove esperienze e continuare a partecipare all'attività fisica, spesso dipende dalla percezione che un giovane ha del suo livello di abilità o dalla sua competenza percepita.

Fornire agli studenti un ambiente favorevole ed autonomo aumenta la motivazione intrinseca, e questo è il punto di partenza di questo trattato.

La teoria dell'autodeterminazione afferma che alti livelli di motivazione intrinseca dovrebbero portare ad un aumento dei comportamenti, o di maggiori LAF in una lezione di educazione fisica.

Le linee guida della scuola e dei programmi comunitari per promuovere l'attività fisica permanente tra i giovani (CDC, 1997) mettono in evidenza i contributi che i fattori socio-contestuali, psicologici ed emotivi giocano nei comportamenti giovanili verso l'attività fisica.

In particolare, le percezioni di competenza (ad esempio, l'abilità fisica, l'aspetto fisico), il divertimento durante l'attività fisica e il sostegno sociale da parte di genitori, insegnanti / allenatori, e coetanei sono stati definiti fattori fondamentali dell'attività fisica nei giovani e negli adolescenti.

Leave a Reply